Tag

, , , , , , , , , , , , ,

Google ha da poco annunciato sul sito ufficiale della suite di fotoritocco l’intenzione (leggi decisione) di non aggiornare la Collection ne di aggiungere nuove funzioni.

Nik Software fu acquistata da Google nel 2012 con il solo scopo di appropriarsi del codice necessario ad implementare “Snapseed” in ambiente Android (l’applicazione di Nik Software disponibile ai tempi solo per pc e IOS).

Nik Collection forte dei suoi validi pacchetti integrati Analog Efex Pro, Color Efex Pro, Sharpener Pro,  Dfine, Viveza, HDR Efex Pro e l’apprezzatissimo Silver Efex Pro, si era affermata tra le migliori e più utilizzate Suite di fotoritocco e plugin per Photoshop utilizzate da milioni di fotografi nel mondo.

Google non si lascia scappare l’occasione e nel 2012, prima che l’acquisto di Nik Software diventi troppo oneroso ma soprattutto intenzionata a non perdere altro terreno nel mercato delle app di fotoritocco in ambiente android, ne decide l’acquisto, ovvero l’ennesima cannibalizzazione di software house con ottime idee e grandi prodotti.

Da allora dopo aver inizialmente diminuito il prezzo di vendita, nel 2016 Google decide di offrire l’intera suite gratuitamente, di fatto, certificandone la morte. Dopo averne sfruttato il codice per implementare Snapseed in ambiente android con un bacino d’utenza enormemente più vasto, lo sviluppo della suite in ambiente PC non viene più ritenuto redditizio ed oggi ne raccogliamo le prove con la scarna e tipica comunicazione “googoliana” che annuncia lo stop ad ogni futuro sviluppo:

…Google non ha in programma di aggiornare la Collection né di aggiungere nuove funzioni in futuro.

In realtà Google non ha mai sviluppato alcunché fin dal giorno dell’acquisto della Suite  Nik collection, tant’è che Snapseed è un clone della versione per IOS, efficiente, ma pur sempre un clone in ambiente android.

Nik Collection potrà comunque essere utilizzata dagli utenti ancora a lungo anche in ambiente windows 10, non solo, anche con l’ultima versione di Photoshop CC 2017 il plugin funziona benissimo senza crash alcuno.  Limiti ve ne saranno in futuro solo in occasione di radicali aggiornamenti nelle piattaforme e nei software Adobe.

Questo è solo l’ultimo di una infinita serie di progetti abbandonati dal management Google, da Google Picasa a Panoramio, da Sketchup a Wave, senza dimenticare l’ultimo incredibile abbandono del progetto Google Business View, ribrandizzato miriadi di volte testimoniando l’enorme confusione che regna in certi ambienti responsabili dello sviluppo dei prodotti in casa Google.

 

Piero Annoni photographer#PieroAnnoni è un fotografo freelance che si occupa di fotografia industriale, corporate, interior photography oltre a seguire e coordinare progetti di vario genere, dal web marketing ai tour virtuali alla digitalizzazione documentale.

RICHIEDI INFO E PREVENTIVI!

Annunci